pixel

5 mosse vincenti per vivere bene l’anzianità!

19.10.18

Ormai l’Italia oltre che essere un paese di “santi, poeti e navigatori” è anche un paese in cui l’aspettativa di vita, seconda dati ISTAT, supera gli 80 anni per gli uomini e addirittura gli 85 nelle donne.

Non rimane che vivere appieno questa lunga opportunità di vita e destinare tempo e azioni ad aumentare la qualità del vivere, costruendo un habitat di relazioni e interessi degni di definire la “silver age” una nuova età. Ecco 5 buoni consigli per migliorare la qualità di vivere l’anzianità, evitare di visitare farmacie e ospedali o considerarsi ormai persone ai margini della società.

1. Datti una mossa!

Ormai il divano disegna la forma del tuo corpo?! Niente di più sbagliato! L’attività fisica è perfetta per allontanare i danni dell’età, mantenere le cellule giovani e l’elasticità muscolare. L’importante è non esagerare con esercizi troppo difficoltosi, meglio movimenti dolci e poco impegnativi ma fatti con regolarità. I più consigliati: ginnastica posturale, yoga e nuoto. No sessioni sfiancanti una volta al mese, meglio poco esercizio, ma svolto regolarmente.

2. Coltiva gli interessi…e anche l’orto!

Il lavoro e la famiglia ti hanno sempre impedito di coltivare i tuoi hobby? Ora è il momento giusto! Scegli un’attività che senti veramente tua e cerca di praticarla con frequenza costante. Ti piace l’idea dell’orto ma abiti in città? Punta alla versione da balcone oppure cerca di chiedere al tuo comune se ci sono spazi liberi da poter coltivare. Vorresti fare volontariato, ma non hai tante energie? Puoi anche aiutare i ragazzi del quartiere a fare i compiti.

3. Nutri la mente e meno lo stomaco.

Con l’età che avanza è meglio rimanere leggeri e mangiare poco e spesso, soprattutto frutta e verdura, per lasciare libero l’organismo di funzionare a pieno regime e di muoversi più agilmente. Anzichè pensare a cibare il corpo è più importante continuare ad allenare la mente, tenerla attiva e flessibile per essere al passo coi tempi. Per questo sono consigliate attività artistiche e motorie, di scrittura oppure legate a pratiche digitali.

4. Stai con le persone giuste.

Non serve isolarsi o focalizzare troppo i propri pensieri su sé stessi o ancora destinare ore a TV e divano. Curare la vita sociale e i legami affettivi, sviluppare una buona cerchia di amici e conoscenti, confrontarsi e creare occasioni d’incontro che sia per un burraco, una serata in balera, una cena insieme o, ancora meglio, per una passeggiata all’aria aperta, diventa un fattore protettivo per mantenersi attivi nel fisico e nella mente.

5. Dedicati a viaggiare.

Conoscere nuovi posti, culture e sapori, sentirsi liberi di bighellonare in giro senza sentirsi in ferie e riuscire a gustarsi il tempo, fermarsi, fotografare scorci e angolature senza fretta. Impara ad organizzare da solo il tuo viaggio cosi da mantenere la mente attiva e prediligi posti dove stare all’aria aperta, fare conoscenze diverse dal solito, camminare o praticare sport.

Sembrano pratiche troppo scontate? Metterle in pratica e rinunciare alle care abitudini di sedentarietà e isolamento non è poi così facile! L’obiettivo è riprendere in mano la propria vita e prendersi cura di se stessi…ricordiamoci che “ci vuole tutta la vita per imparare a vivere”, parola di Seneca.

Chi è UGO?

UGO è un assistente formato ed esperto che ti affianca nelle attività di tutti giorni e in quelle legate alla tua salute. UGO è un caregiver in più che subentra ai tuoi cari per un arco di tempo limitato, offrendoti il suo sostegno secondo necessità. Pensato per elevare il livello di serenità e sicurezza della persona e al contempo per dare un contributo organizzativo alla sua famiglia. UGO si occupa anche di eventuali tragitti e spostamenti in auto.