pixel

Viaggiare in bus è rilassante, diminuisce il senso di responsabilità e crea aggregazione

UGO grazie alla partnership con Flixbus permette di scoprire il mondo in sicurezza con l’accompagnamento day by day

Forse conosci persone anziane o disabili che nel tempo hanno rinunciato a scoprire il mondo perchè non hanno più la patente o si sentono poco sicuri nello spostarsi autonomamente, ma che desidererebbero una vita attiva e piena di scoperte ogni giorno.

Oppure conoscerai persone che hanno la patente e che nonostante qualche perplessità (loro e nostra!) sull’idoneità alla guida, non rinunciano alla libertà di viaggiare e si mettono al volante a scapito della sicurezza.  

Molti dei nostri utenti ci riferiscono situazioni simili. Nel periodo estivo per esempio queste segnalazioni aumentano moltissimo e molti figli di genitori anziani si rivolgono a noi preoccupati e incerti. Questa problematica ci sconcertava molto così abbiamo iniziato a guardarci intorno cercando di capire come i nostri UGO potessere essere ancora di più al servizio del tempo libero dei nostri utenti e dei loro caregiver, supportandoli anche in caso di viaggi e vacanze e garantendo loro la libertà di spostamento. Per questo ad Agosto 2018 abbiamo siglato la nostra collaborazione con Flixbus e attivato la prima prima campagna a supporto dei viaggiatori fragili (tutte le istruzioni per l’accesso al servizio a questo link).

Scoprire il mondo in libertà è un vantaggio anche per chi non guida più autonomamente.

A un certo punto ci si accorge (ma non sempre si ammette!) che i riflessi sono rallentati, che le capacità fisiche e cognitive vengono meno e che stare al volante non è più un’esperienza positiva ma al contrario genera perdita della pazienza, senso di vulnerabilità e ansia. Un viaggio su un mezzo collettivo non è solo un’ottima alternativa al mettersi al volante in prima persona: è anche un’ottima via per non perdere neanche un minuto per entrare nel vivo della vacanza, socializzando con gli altri passeggeri, ritagliandosi un momento di relax con musica e lettura e osservando il paesaggio.

E per tutto quello che preoccupa un viaggiatore che non è piu in piena forma c’è UGO: proprio come farebbe un compagno di viaggio, UGO ti dà supporto nel carico e scarico dei bagagli, nella salita e discesa del mezzo e ti accompagna a prendere posto.

La mobilità a lunga percorrenza in Italia e in Europa è molto aumentata nel corso degli ultimi anni: oggi è possibile viaggiare praticamente ovunque in Europa a costi molto accessibili. Germania, Italia, Polonia, Francia e Spagna sono i Paesi con un maggior numero di collegamenti nazionali diretti tra due città e queste cifre aumentano se si considerano le rotte internazionali, quelle più ricercate dagli utenti italiani diretti all’estero.

In Italia viaggiare in bus è un ever green. Ecco chi sono i viaggiatori abituali.

In Italia le rotte degli autobus a lunga percorrenza ricalcano in parte la rete ferroviaria. Si sono sviluppate dapprima collegando i comuni del Nord, arrivando poi al Centro e al Sud dove oggi c’è una grande concentrazione di collegamenti e dove l’autobus mantiene un buon livello di servizio.

Nel 2016 in Italia sono stati rilevati oltre 10.000 passeggeri su autobus. Ma chi sono i viaggiatori abituali degli autobus a lunga percorrenza? Si tratta per lo più della classe media:

  • Famiglie, giovani, studenti, lavoratori e anziani che si spostano per vacanze o per motivi familiari
  • Chi ha meno disponibilità economica e più tempo da dedicare al viaggio
  • Chi predilige le tratte notturne per le quali l’autobus è considerato più sicuro del treno e più comodo per i bagagli

In altre zone del mondo del resto, il trasporto in autobus è davvero molto apprezzato e collega tratte molto estese, diventando parte della cultura di chi viaggia: si pensi ad esempio agli Stati Uniti dove il trasporto su gomma collega i diversi stati.

Oggi l’80% degli italiani si sposta ancora in automobile e solo il 20% è affezionato al trasporto collettivo (15% autobus e 5% treno) ma si tratta di una tendenza destinata a modificarsi e lo sanno bene le Ferrovie dello Stato e i numerosi investitori  stranieri che stanno investendo nel trasporto su gomma.

In conclusione, la meta più richiesta dai viaggiatori italiani è Milano, che insieme a Torino e Genova è una città servita dai nostri UGO, sempre attenti a supportare chi parte e a dare il benvenuto e il bentornato a chi arriva!

www.flixbus.it/azienda